Condizioni di vendita

  1. Il Committente dichiara di essere pieno e legittimo proprietario / titolare dei beni conferiti in alienazione al Gestore e si obbliga pertanto a tenere il Gestore indenne da ogni e qualsiasi responsabilità civile e penale relativa alla titolarità e provenienza dei propri beni elencati;
  2. in caso di ogni opposizione o altrui atto inteso ad evitare la custodia e/o vendita dei beni suddetti conferiti, il committente si obbligherà a risarcire al gestore ogni rimborso o danno arrecatogli per tali fatti emergenti;
  3. ogni cespite di cui nella presente committenza sarà pubblicizzato nei modi in cui il gestore riterrà più opportuno esperire al fine della più rapida e più soddisfacente alienazione dei beni commessi;
  4. i beni saranno alienati a discrezione del gestore sia tramite asta pubblica senza riserva in qualsiasi data o periodo che riterrà, a sua discrezione;
  5. Il Committente ed il Gestore concordano che i termini e le condizioni del presente contratto PER SERVIZI D’ALIENAZIONE FIDUCIARIA sono quelli indicati nel mandato a vendere.

Condizioni generali:

  1. Il Proprietario/Titolare invierà secondo accordi a proprie spese presso la sede del Gestore che gli viene segnalata i beni da alienare, ciò dovrà avvenire in condizioni di sicurezza, garantendo il buono stato di manutenzione dei beni che non dovranno contenere materiali pericolosi e che dovranno arrivare presso la sede prescelta dal Gestore per come consegnati ed accettati per il conferimento dal medesimo.
  2. Il Proprietario/Titolare autorizza il Gestore a fornire eventuali documenti, materiali o servizi accessori necessari per la migliore vendita dei beni, ovvero anche a  provvedere alla saldatura, alla pulizia, alla sabbiatura, alla tinteggiatura e ad altre attività di ripristino nonché a sostenere spese per gli spostamenti, il rimorchio ed il magazzinaggio dei Macchinari secondo quanto il Gestore, a sua disposizione, stabilisce; nel caso che il proprietario/titolare non consegni quanto richiesto e necessario, se ne farà carico della ricerca il Gestore; tutti i costi relativi graveranno e saranno sostenuti dal Proprietario/Titolare, nella misura massima di euro 2.000 euro oltre iva, in caso di necessità di surroga del committente i rimborsi saranno aumentati del 10%.
  3. Il Proprietario/Titolare autorizza il Gestore a stipulare a suo carico apposita polizza assicurativa contro i rischi da incendio, furto o atto vandalico sulla merce conferita e staggita in deposito, a garantire a suo carico una guardiania apposita per la merce conferita,  a fornire eventualmente anche il carburante, le batterie e le riparazioni di pneumatici secondo quanto il Gestore, a sua discrezione, stabilirà necessario per la dimostrazione e la migliore vendita dei beni; tutti i costi sostenuti a tali fini graveranno e saranno sostenuti dal Proprietario/Titolare;
  4. Il Proprietario/Titolare a) autorizza b) non autorizza il Gestore a nominare un agente doganale che operi per conto del Proprietario/Titolare nella preparazione di ogni necessario documento doganale richiesto per consentire l’ingresso dei beni nel luogo stabilito dal gestore; tutti i costi sostenuti a tali fini graveranno e saranno sostenuti dal Proprietario/Titolare;
  5. Il Proprietario/Titolare dichiara e garantisce quanto segue:

a• I beni da alienare sono in condizioni di sicurezza, con certificato CE se richiesto, in buone condizioni, operativi, senza materiali pericolosi e mai contaminati da alcun materiale pericoloso di qualsiasi tipo, salvo, eventualmente, il normale carburante di alimentazione, olii e lubrificanti.

b• I beni sono di sua proprietà e lo saranno al momento in cui si terrà la vendita, non sono soggetti e/o non lo saranno al momento in cui si terrà l’alienazione ad alcun reclamo o riserva di proprietà, sono liberi e lo resteranno da qualsiasi privilegio registrato o non registrato, pegno, procedura esecutiva, obbligo contrattuale o vincolo di qualsiasi natura o in qualsiasi modo sorto.

c• I beni non sono soggetti ad alcun dazio, diritto doganale o altre imposte, obblighi e tasse di qualsiasi tipo e natura ed in ogni modo sorte e dovute ad uno stato od ad un ente locale.

d• Il proprietario, ai sensi dell’art. 1512 cc, garantisce il funzionamento del bene oggetto del presente atto, rilevando indenne da ogni eventuale richiesta e pretesa futura il committente ed il gestore.

  1. I compensi ed i rimborsi per ciascuna alienazione saranno pagati alla Casa d’Aste Guidoriccio secondo il seguente tariffario:

1) a carico del committente/depositante:

a•un compenso, al netto dell’imposta sul valore aggiunto e concordato con ciascun committente in percentuale sul ricavato della vendita, variabile fra 2 (due) e 50 (cinquanta) punti (l’individuazione della percentuale applicata all’interno di tale scaglione tiene conto, ad esempio, della complessità dell’operazione di vendita, ovvero dell’appetibilità del bene, ecc.);

b•un rimborso, avente ad oggetto le eventuali spese vive anticipate dal commissionario (ad esempio: custodia, pubblicità suppletiva, trasporto, ecc.);

Nota bene:

– compenso ed eventuali rimborsi verranno detratti dal prezzo di vendita, al netto dell’imposta sul valore aggiunto;

–  qualora il lotto venisse ritirato dal committente prima della vendita, il compenso verrà calcolato in ragione percentuale sul prezzo di vendita concordato con il committente stesso, al netto dell’imposta sul valore aggiunto.

2) a carico dell’aggiudicatario:

a•  un compenso, al netto dell’imposta sul valore aggiunto in percentuale sul ricavato della vendita, variabile fra 2 (due) e 50 (cinquanta) punti; l’ammontare del compenso verrà reso noto ai potenziali acquirenti per il tramite degli strumenti pubblicitari organizzati dal commissionario per ciascuna vendita;

b• un rimborso, eventualmente concordato con l’aggiudicatario, a ristoro delle spese correlate ad eventuali servizi richiesti dall’aggiudicatario stesso dopo la vendita (ad esempio: custodia, magazzinaggio, trasporto, ecc.);

  1. L’alienazione dei beni a piena discrezione del gestore e senza obbligo di comunicazione potrà avvenire sia con la trattativa privata, sia con una gara competitiva ad evidenza pubblica. Questa potrà avvenire sia per il tramite di gare svolte davanti al pubblico in sala o/e anche per il tramite di gare on line nelle tre forme di regola in uso: sincrona, asincrona, sincrona mista; in caso di gara deserta al successivo esperimento il prezzo base del singolo bene residuo dovrà essere ridotto di almeno il 25%.
  2. I beni potranno essere subito esposti al Pubblico, il Gestore provvederà ad inserire i beni in alienazione nel proprio programma pubblicitario ordinario di alienazione almeno per 15 gg. consecutivi prima degli esperimenti di alienazione, ma è anche autorizzato ad allungare i tempi se ritenuto più fruttuoso ed ad organizzare forme diverse e più performanti di pubblicità a sostegno della migliore vendibilità dei beni conferiti, ciò su qualsiasi strumento utile per una migliore e più immediata conoscenza dei beni in gara;
  3. I beni saranno conferiti fiduciariamente al gestore per un periodo x concordato nel mandato a vendere
  4. Il gestore provvederà a liquidare al netto dei propri compensi la parte spettante al committente entro 30 giorni dalla data del saldo dell’aggiudicatario
  5. Nel calcolo dei rimborsi a favore del gestore ed a carico del committente dovranno figurare distinti tutte le anticipazioni effettuate in conto di pubblicità, vigilanza straordinaria, polizze assicurative necessitate, trasporti, ricondizionamenti, s.s.a. necessitato.
  6. Ove il committente intenda ritirare la propria merce prima della scadenza del conferimento, questo sarà possibile previo preventivo saldo presso la cassa del gestore dei rimborsi o dei costi sostenuti per organizzare la migliore alienazione dei beni conferiti. Se già fissata una gara competitiva per la merce o parte di essa conferita oltre ai rimborsi di cui sopra il committente dovrà intervenire alla gara aggiudicandosi la merce e pagando sia il compenso come dovuto anche dagli eventuali aggiudicatari, sia quello concordato sin dall’inizio nel presente contratto per l’organizzazione dell’alienazione. Se non sia già pubblicamente fissata una gara, sarà dovuto preventivamente dal committente oltre ai rimborsi delle anticipazioni effettuate di cui sopra, anche il compenso di vendita concordato nel presente e metà di quello che avrebbero saldato potenziali aggiudicatari.
  7. Al gestore spetterà il diritto di ritegno della merce conferita fino a propria soddisfazione dei suoi averi, nel caso che il committente intenda ritirare anzitempo la propria merce e non saldi preventivamente al gestore i rimborsi ed i compensi a suo carico entro e non oltre il termine di scadenza del presente contratto, al committente saranno addebitati anche i costi di custodia giornalieri emergenti dai regolamenti in vigore dal giorno della richiesta di interruzione dell’alienazione a quello della riconsegna o altrui alienazione della merce affidata;
  8. Ove sia trascorso il termine contrattuale di committenza ed il committente che abbia voluto interrompere l’organizzata alienazione ipotizzata dal gestore, non abbia poi saldato al gestore quanto dovuto contrattualmente nei termini convenuti, non solo non sarà riconsegnata la merce affidata, ma, anzi, questa potrà essere nuovamente messa in alienazione con tempi e modi stabiliti solo dal gestore al fine di un recupero delle proprie spettanze ed il committente inadempiente non potrà impedire tale evoluzione fattuale. In ogni caso il committente resterà in solido responsabile di quanto residualmente dovuto al gestore se il ricavo proveniente dall’alienazione della merce affidato non abbia totalmente soddisfatto quanto dovuto nell’insieme al gestore.
  9. Nel caso che i beni risultino invendibili e, magari per normativa intervenuta anche non più utilizzabili nel Paese, l’eventuale rottamazione della merce non ritirata dal committente entro 15 gg. dalla data di scadenza contrattuale o di ordine governativo sarà a carico del committente oltre eventuali spese per conferimento alla rottamazione.

Condizioni particolari

  1. Il Proprietario/titolare ed il Gestore concordano quanto segue:

a• il committente autorizza il gestore sia ad effettuare visure sui beni a spese del committente (in nessun caso però il gestore ha l’obbligo di effettuare tali visure, né può essere considerato responsabile dei risultati delle stesse), sia a contattare i creditori per determinare l’ammontare degli onere gravanti sui beni conferiti;

b• il gestore può condurre l’alienazione in conformità alle sue usuali procedure, e in particolare può dividere a discrezione in lotti la merce conferita, nella maniera che considera più opportuna;

c• il gestore è mandatario senza rappresentanza/ commissionario del Proprietario;

d• il committente invierà al banditore entro e non oltre 10 gg dalla sottoscrizione del presente atto: tutti i documenti che dimostrano il titolo di proprietà del committente se esistenti; tutti i documenti che consentano la libera circolazione dei beni all’interno della Unione Europea senza pagamento di ulteriori dazi doganali, inclusi, senza limitazione, i certificati CE ed altri certificati se necessari; tutti i documenti richiesti per il trasferimento di proprietà dei beni all’acquirente, e qualora la titolarità dei beni o parti degli stessi lo richieda, tutti i documenti necessari per consentire all’acquirente la registrazione del diritto di proprietà sui beni. Il committente riconosce che in tali documenti il prezzo di vendita dei propri beni risulterà probabilmente inferiore rispetto a quello che si realizzerebbe se tali documenti non fossero forniti. Il Proprietario conferisce mandato al gestore al solo scopo di sottoscrivere, concludere ed inviare per suo conto, dopo l’asta, tutti i documenti richiesti per il trasferimento di Proprietà e per consentire all’acquirente la registrazione della proprietà sui beni, nel caso in cui tali documenti non siano inviati come richiesto;

e• tutti i rischi sulla detenzione dei beni conferiti rimangono esclusivamente in capo al committente.

f• il committente autorizza il gestore a far uso dei propri beni o di parti degli stessi, per organizzare l’alienazione degli stessi;

g• il committente terrà indenne e manlevato il gestore da qualsiasi rivendicazione, azione, costo od onere e da tutte le conseguenze pregiudizievoli derivanti dalle dichiarazioni contenute nel presente Contratto o dall’inadempimento di qualsiasi obbligazione del committente, incluse a titolo esemplificativo le inesattezze nella discrezione dei beni o contaminazione derivante da perdita, spandimenti o guasti per causa degli stessi;

h• il Banditore, se lo riterrà utile o necessario, potrà rimettere in alienazione rinnovando a sua discrezione il termine di durata qualunque parte della merce rimasta invenduta o non pagata e il committente prende atto che nessuna ulteriore somma gli sarà dovuta dal Banditore per qualunque parte della merce affidata fin quando l’acquirente non abbia provveduto al pagamento integrale di quanto acquistato;

i• l’alienazione non è riservata, la merce sarà venduta al migliore offerente e non viene presentata alcuna garanzia da parte del gestore circa il ricavo lordo ipotizzabile da realizzare con la vendita della merce;

j• il committente osserverà tutte le norme e conseguenze relative alla vendita dei propri beni;

k• Ai sensi dell’art. 2756 c.c., il Banditore ha il privilegio sui beni mobili per i crediti per le prestazioni e le spese relative alla conservazione o al miglioramento dei beni stessi.

l• A sua sola discrezione, durante l’alienazione pubblica senza riserve, il gestore potrà offrire alcuni lotti a offerenti utilizzando il proprio servizio di offerte online; il gestore sarà comunque esonerato da responsabilità legate a rivendicazioni o costi derivanti dalla sua decisione di utilizzare o meno tali tecnologie o da non funzionamenti dannosi di tali tecnologie.

  1. Il committente consente che il gestore trattenga tutti gli importi dovuti ai sensi del presente Contratto ed il gestore gestirà il ricavato della vendita della merce come segue:

a• tratterrà ogni importo pagabile ai sensi del presente Contratto;

b• tratterà l’importo necessario ad estinguere i privilegi e tutti gli altri vincoli ai sensi dei precedenti articoli 1(g)(i) e/o 1(g) (ii);

  1. trasferirà l’eventuale importo rimanente tramite bonifico alla banca del Proprietario, indicata nel Contratto, o per suo conto in conformità ad istruzione scritte, entro 15, quindici, giorni dalla data dell’aggiudicazione. Nell’eventualità di vendita di beni registrati e per cui si necessita di un passaggio di proprietà, il pagamento totale avverrà solo previa consegna di tutta la documentazione in originale attestante il trasferimento di proprietà e, comunque sia, non prima di trenta giorni.
  2. Se, in giudizio del Banditore, la merce risulterà di valore emergente troppo esiguo per garantire il pagamento delle somme necessarie e previste dal presente Contratto per la migliore vendibilità della merce, egli potrà recedere senza oneri dal presente Contratto;
  3. Qualora il gestore sia costretto ad intervenire in un’azione sia per far valere i termini del presente contratto sia in conseguenza di altri atti del committente, il gestore avrà diritto al rimborso di tutti gli oneri sostenuti, incluse le spese legali.
  4. Il committente autorizza il Banditore ad utilizzare il proprio nome, marchio, logo per promuovere l’alienazione.
  5. Il presente Contratto potrà essere modificato solamente con atto formato per iscritto, costituisce l’intero accordo ed annulla e sostituisce qualunque precedente intesa o accordo tra le parti.
  6. Ai sensi dell’art. 1373 c.c., il gestore ha la facoltà di recedere unilateralmente dal presente Contratto, senza alcun onere, inviando un avviso a mezzo lettera raccomandata al Proprietario stesso, sino a che il contratto non abbia avuto un principio di esecuzione.
  7. Il presente Contratto è governato dalla legge italiana. Tutte le controversie derivanti dal presente Contratto comprese quelle relative alla sua validità, interpretazione, esecuzione e risoluzione, saranno deferite ad un Collegio Arbitrale di 3 arbitri, uno dei quali con funzioni di Presidente, in conformità al regolamento Arbitrale Nazionale, che le parti dichiarano di conoscere ed accettare interamente. Gli arbitri procederanno in via rituale e secondo diritto. L’arbitrato si terrà a Siena. Gli arbitri decideranno anche sulle spese.
  8. Il Banditore si impegna a svolgere l’attività di trattamento dei dati relativi al Proprietario, in stretta conformità col Regolamento Europeo in materia di Protezione dei Dati Personali (2016/679)
  9. La ricezione, via PEC se veramente ricevuta e poi sottoscritta da ambedue le parti, da parte del gestore di una copia del presente Contratto sottoscritta dal committente, sarà considerata vincolante per entrambe le parti.