Condizioni di acquisto

STIME
Accanto a ciascuna descrizione dei lotti in catalogo è indicata una stima indicativa per i potenziali acquirenti. In ogni caso, tutti i lotti, a seconda dell’interesse del mercato, possono raggiungere prezzi sia superiori che inferiori ai valori di stima indicati. Le stime stampate sul catalogo d’asta possono essere soggette a revisione e non comprendono la commissione d’acquisto e l’IVA.

RISERVA
Il prezzo di riserva corrisponde al prezzo minimo confidenziale concordato tra la casa d’aste e il venditore al di sotto del quale il lotto non sarà venduto. I lotti offerti senza riserva sono segnalati sul catalogo con la stima di colore rosso o con la dicitura O.l. (offerta libera ) e vengono aggiudicati al migliore offerente.

ESPOSIZIONE PRIMA DELL’ASTA
Ogni asta è preceduta da un’esposizione aperta al pubblico gratuitamente i cui orari sono indicati nelle prime pagine di questo catalogo. L’esposizione ha lo scopo di permettere a tutti gli acquirenti di effettuare un congruo esame dei lotti posti in vendita e di verificarne tutte le qualità, quali ad esempio, l’autenticità, lo stato di conservazione, il materiale, la provenienza, ecc.

 STATO DI CONSERVAZIONE
I lotti sono venduti nel loro stato attuale. Consigliamo ai potenziali acquirenti di prendere visione dei lotti prima della vendita all’asta e di assicurarsi dello stato di conservazione. Gli esperti della Guidoriccio Casa d’aste saranno lieti di fornire su richiesta informazioni relative allo stato di conservazione dei lotti. Le descrizioni riportate sui cataloghi rappresentano unicamente l’opinione della Casa d’Aste e potranno essere soggetti ed eventuali revisioni.

AVVERTENZA
Tutti i lotti con componenti elettriche vengono messi in vendita come non funzionati e da revisionare.

Le immagini descrittive nel catalogo cartaceo e nel catalogo online potrebbero non rappresentare fedelmente i lotti in asta. Si consiglia ai potenziali acquirenti la visione diretta dei lotti, o in alternativa di richiedere un condition report con immagini dettagliate degli oggetti.

PAGAMENTI
Il pagamento dei lotti dovrà essere effettuato in Euro, entro 7 giorni dall’aggiudicazione.

A) Contanti per un importo inferiore a 2.000,00 euro
B) Assegno circolare italiano intestato a Gestifrem S.r.l.,
C) Bonifico bancario intestato a Gestifrem S.r.l.
Banca BANCA SELLA
Iban IT18G0326814200052342805610

RITIRO
I lotti dovranno essere ritirati entro 14 giorni dall’aggiudicazione. Modalità di imballaggio e trasporto verranno concordati al termine dell’asta e sono a carico dell’aggiudicatario e in aggiunta al costo dell’aggiudicazione. Decorso il termine dei 14 giorni, la casa d’aste non sarà più tenuta alla custodia né sarà responsabile di eventuali danni che possano arrecarsi ai lotti che potranno essere trasferiti in un apposito magazzino. Verranno addebitati all’acquirente i costi di assicurazione e magazzinaggio. Al momento del ritiro del lotto, l’acquirente dovrà fornire un documento d’ identità. Nel caso in cui l’acquirente incaricasse una terza persona di ritirare i lotti già pagati, occorre che quest’ultima sia munita di una delega scritta rilasciata dall’acquirente e di una fotocopia del documento di identità dell’acquirente. I lotti saranno consegnati all’acquirente o alla persona delegata solo a pagamento avvenuto.
In caso di ritardato ritiro dei lotti acquistati, la casa d’aste si riserva la possibilità di addebitare i costi di magazzinaggio (per mese o frazione di mese), di seguito elencati a titolo indicativo:
€ 150 + IVA per i mobili
€ 80 + IVA per i dipinti
€ 50 + IVA per gli oggetti d’arte.

SPEDIZIONE
La casa d’aste non assicura la possibilità di spedizione degli oggetti. Il cliente potrà chiedere prima della partecipazione un preventivo per la fattibilità della spedizione. La spedizione avverrà a rischio e spese dell’acquirente che dovrà manlevare per iscritto la Casa d’aste Guidoriccio da ogni responsabilità in merito. Il nostro personale rimane a disposizione per valutazioni e consigli relativi a tutti i metodi di spedizione e assicurazione dei lotti.

ESPORTAZIONE DEI LOTTI ACQUISTATI
Il Dlgs n. 42 del 22 gennaio 2004 regola l’esportazione di Beni Culturali al di fuori del territorio della Repubblica Italiana. Il Regolamento CEE n. 3911/92 del 9 dicembre 1992, come modificato dal Regolamento CEE n. 2469/96 del 16 dicembre 1996 e dal Regolamento CEE n. 974/01 del 14 maggio 2001, regola invece l’esportazione dei Beni Culturali al di fuori dell’Unione europea.
Per esportare fuori dall’Italia i Beni Culturali aventi più di 50 anni è necessaria la Licenza di Esportazione che l’acquirente è tenuto a procurarsi personalmente. La Casa d’aste Guidoriccio non risponde per quanto riguarda tali permessi, né può garantire il rilascio dei medesimi.

In riferimento alle norme contenute nell’art. 8, 1° comma, lettera B, del DPR 633/72, si informano i gentili acquirenti che, nel caso in cui volessero trasportare il bene fuori dal territorio comunitario e ottenere il rimborso dell’Iva, è necessario rispettare le seguenti procedure:
– completare le pratiche doganali e il trasporto fuori dal territorio U.E. entro 3 mesi a partire dalla data di fatturazione.
– far pervenire entro lo stesso termine la bolla doganale originale o documento equipollente direttamente alla Casa d’aste Guidoriccio tramite la pec gestifrem@pec.it .

DIRITTO DI SEGUITO
Con Dlgs n. 118 del 13/2/2006 è in vigore dal 9 Aprile 2006 in Italia il “Diritto di Seguito Seguito” (Droit de Suite), ossia il diritto dell’autore (vivente o deceduto da meno di 70 anni) di opere di arti figurative e di manoscritti a percepire una percentuale sul prezzo di vendita degli originali delle proprie opere in occasione delle vendite successive alla prima. Tale diritto sarà a carico del Venditore e sarà calcolato sul prezzo di aggiudicazione uguale o superiore ai 3.000,00 euro.
Tale diritto non potrà comunque essere superiore ai 12.500,00 euro per ciascun lotto. L’importo del diritto da corrispondere è così determinato:
– 4% per la parte del prezzo di vendita fino a 50.000 euro
– 3% per la parte del prezzo di vendita compresa fra 50.000,01 e 200.000 euro
– 1% per la parte del prezzo di vendita compresa fra 200.000,01 e 350.000 euro
– 0,50% per la parte del prezzo di vendita compresa fra 350.000,01 e 500.000 euro
– 0,25% per la parte del prezzo di vendita oltre i 500.000 euro
Il diritto di seguito addebitato al Venditore sarà versato dalla casa d’aste alla SIAE in base a quanto stabilito dalla legge.